Language:
English
Follow Us:

 

 

 

In pericolo soprattutto i bambini
Chi non soffre d’intolleranza al glutine potrebbe essere danneggiato dalla scelta di seguire una dieta gluten free. Nelle persone che non sono affette da celiachia, infatti, questo regime alimentare potrebbe arrecare gravi carenze nutrizionali. Lo afferma, in un editoriale pubblicato sulla rivista The Journal of Pediatrics,la dottoressa Norelle R. Reilly, ricercatrice presso il Columbia University Medical Center di New York (Usa), secondo cui i rischi maggiori li correrebbero i bambini, che in molti casi sono indotti a mangiare alimenti privi di glutine da genitori preoccupati per la loro salute.

Leggi anche: Celiachia in Italia: donne colpite il doppio degli uomini

L’esperta sottolinea che negli ultimi anni la dieta gluten free è diventata “di moda”. A seguirla, infatti, non sono soltanto le persone che hanno ricevuto la diagnosi di celiachia, ma anche quelle che non hanno nessuna intolleranza al glutine. Lo dimostrerebbe il fatto che in due anni l'industria alimentare gluten-free è più che raddoppiata (+136% da 2013 a 2015). Tuttavia, la scelta dei non celiaci di seguire questo regime alimentare potrebbe rivelarsi pericolosa, soprattutto per i bambini.

“Preoccupati per la salute dei propri figli, spesso i genitori fanno seguire ai loro bambini una dieta priva di glutine, nella convinzione che possa attenuare i sintomi della celiachia, che serva a prevenirla o che rappresenti un regime dietetico sano – osserva Reilly -, senza aver sottoposto i piccoli ai test per diagnosticare la celiachia o senza aver chiesto consigli al medico”.

Ma la dieta gluten free non sempre rappresenta una scelta salutare. Lo è sicuramente per le persone affette da celiachia, dato che attualmente rappresenta l’unico modo efficace per gestire la patologia. Ma ai non celiaci potrebbe fare male. Potrebbe, infatti , causare gravi carenze nutrizionali, pericolose soprattutto in età pediatrica. Inoltre, potrebbe determinare un aumento dell’apporto di grassi e calorie.

La scelta di seguire questo regime alimentare, osserva la specialista, spesso nasce da convinzioni errate. Per esempio, negli ultimi anni si è diffusa l’idea che la proteina del grano sia tossica, mentre non ci sono studi scientifici che lo dimostrino. Inoltre, molti ritengono che sarebbe meglio che i parenti dei celiaci seguissero diete prive di glutine. Anche in questo caso, si tratta di una credenza priva di fondamento. È infondata anche l’idea che i neonati sani che rischiano di sviluppare l’intolleranza al glutine debbano evitare questa sostanza sin dallo svezzamento.



La dottoressa Reilly ritiene che la dieta gluten free potrebbe quindi arrecare alle persone sane, con particolare riferimento ai bambini, più danni che benefici. “Prima di scegliere un’alimentazione senza glutine, i genitori dovrebbero informarsi sulle possibili conseguenze finanziarie, sociali e nutrizionali di questa decisione”. Inoltre, l’esperta sottolinea che anche i medici dovrebbero impegnarsi ad avvisare pazienti e genitori dei rischi associati alla scelta di questo regime alimentare.

 

 

 

Subsidiary Companies

 

 

 

Yaghoot Rooyan International Holding consists of 30 special and international companies in the field of herbal and natural medicines,

nutrition supplements, hair and skin special products, medical equipment and herbal-based cosmetics products.